Concorso dirigente scolastico, ammessi con riserva 67 candidati allo scritto
17 ottobre 2018
Concorso straordinario infanzia e primaria per 12.000 posti: chi resta fuori
22 ottobre 2018

Diplomati magistrali: uffici regionali al lavoro per estrometterli dalle Gae

Gli Uffici scolastici regionali stanno mettendo in pratica le direttive del Miur che prevedono l’esclusione dei diplomati magistrali dalla Gae. Il ministero ha infatti deciso di revocare, trasformandole in supplenze annuali fino al 20 giugno 2019, le immissioni in ruolo di tutti i diplomati magistrali destinatari di sentenze negative.

Il Miur ha spiegato che serve “una sollecita ricognizione dei destinatari delle sentenze” ed “entro 120 giorni decorrenti dalla data di comunicazione del provvedimento giurisdizionale al Ministero dell’Istruzione, Università e ricerca”.

Ora gli uffici regionali dovranno procedere “alla conversione, in ragione delle medesime esigenze di continuità da assicurare nelle classi, del contratto a tempo determinato di durata annuale a suo tempo stipulato a seguito di pronunce non definitive, in contratto a tempo determinato con termine finale non posteriore al 30 giugno 2019”.

Il ministero dell’Istruzione specifica che “tale decadenza è espressamente prevista dal legislatore, e ad essa deve seguire, nel caso dei docenti assunti a tempo indeterminato, la trasformazione del contratto in corso con contratti a tempo determinato, mentre nel caso di docenti titolari di supplenza annuale, dalla stipula di contratti, sempre a tempo determinato, ma con termine al 30 giugno”.

Intanto il Governo ha deciso di avviare il concorso per dare seguito alle disposizioni del Consiglio di Stato di fine 2017. Il problema è nei numeri.

Il decreto che consente di dare avvio alle procedure concorsuali straordinarie per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria prevede di immettere in ruolo solo 12mila maestri, peraltro non solo con diploma magistrale, conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, perché al concorso, riservato a chi è in possesso del requisito di abilitazione ed ha svolto almeno due anni di servizio.

I maestri con diploma magistrale interessati alla stabilizzazione sono almeno 40mila: tra questi, gli immessi in ruolo con riserva nell’ultimo biennio, nel frattempo, sono diventati oltre 10 mila.

Per loro il punteggio, proprio dovuto alla già avvenuta assunzione a tempo indeterminato, seppure con riserva, sarà maggiore. Quindi anche la possibilità di rientrare nel contingente stabilito dal Miur. Ma non tutti ce la faranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • british school logo(19+ anni)
  • logo teens(11-19 anni)
  • kids logo (5-10 anni)
  • for school logo(formazione docenti)