Personale ATA: nuovo CCNL sulle assenze per visite specialistiche
12 ottobre 2018
Concorso dirigente scolastico, ammessi con riserva 67 candidati allo scritto
17 ottobre 2018

Graduatorie Ata, la procedura per l’assegnazione delle supplenze

A breve sarà conclusa la pubblicazione delle Graduatorie Definitive del Personale ATA di Terza Fascia. Il passo successivo è costituito dalle tanto attese assunzioni. Non prima però che scattino i controlli e le verifiche sulle Graduatorie di circolo e d’istituto sia per i docenti che per il personale ATA. Poi si passerà alle chiamate del personale.

L’importanza delle prossime graduatorie definitive ATA risiede nel fatto che avranno validità per il prossimo triennio. Le verifiche riguardano la domanda presentata in fase di inserimento, per controllare omissioni, imprecisioni, errori e incongruenze.

Se si verifica questa condizione, il soggetto che ha presentato la domanda deve regolarizzarla su richiesta della scuola così come previsto all’art. 71, comma 3, del DPR 445. Solitamente i controlli vengono effettuati a campione, proprio perché la prima verifica viene fatta durante l’inserimento dei dati riportati nella domanda.

Poi arriverà la tanto attesa supplenza. In questo caso il dirigente scolastico in questione deve verificare la correttezza dei dati all’atto dell’instaurazione del rapporto di lavoro, allo scopo di uniformare la procedura di verifica.

Il controllo delle dichiarazioni del personale docente, come per il personale ATA, è effettuato dal dirigente scolastico in occasione del primo rapporto di lavoro e riguarda tutte le graduatorie in cui è incluso.

Le segreterie scolastiche oltre alle verifiche sulle dichiarazioni fatte nelle domande potranno eventualmente chiedere la documentazione per tutti i servizi svolti dal candidato, e verificare anche l’eventuale omissione del versamento dei contributi presso gli enti previdenziali.

Il dirigente scolastico che effettua la supplenza valuterà con la massima trasparenza tutti gli atti presentati ed avrà 30 giorni di tempo per la convalida dei dati, ricordiamo inoltre che la mancata convalida non riguarda sempre dichiarazioni false ma incongruenze e irregolarità che il diretto interessato è tenuto a completare per determinare l’assegnazione o la modifica del punteggio e della posizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • british school logo(19+ anni)
  • logo teens(11-19 anni)
  • kids logo (5-10 anni)
  • for school logo(formazione docenti)